NOVILUNIO IN BILANCIA 2020: IL PUNTO DI EQUILIBRIO - OLLìN

Alle 21:30 del 16 ottobre c'è stata la Luna Nuova in Bilancia. Un cielo particolare quello di oggi, con un'intensità tipica di questo 2020 che non smette di chiedere a tutti noi, un profondo lavoro interiore. La bilancia, segno venereo dell'armonia e dell'equilibrio grazie alle scelte giuste, è nella sua ombra che trova la sua trasformazione: ingiustizia, indecisione, estrema razionalità, compiacimento e ce la mette tutta per non dover scegliere, ma vivendo la sua ombra viene spinta a farlo. Infatti, scegliere significa che qualcosa o qualcuno potrebbe rimanerci male e allontanarsi o giudicarti.

 

Dico questo perché l'energia bilancina è messa a dura prova dalla quadratura con i giganti del Cielo nel capricorno. Non è semplice mantenere l'armonia con questa configurazione e con Marte che, opposto, sta spingendo verso una liberazione individuale. Nel frattempo Mercurio in moto retrogrado sta immergendoci negli abissi, emozioni che la bilancia non ama sentire perché esse non sono quasi MAI armoniche e delicate. 

 

Risultato? Il punto di equilibrio è nel mezzo. Abbiamo bisogno di perdere questo equilibrio quando delle strutture di pensiero, comportamento, azione, emozione, affetto devono essere distrutte, elaborate, integrate e ricostruite. Questo è il processo alchemico di ognuno di noi che ciclicamente, siamo chiamati a fare. E non perché sia giusto o sbagliato, come alla bilancia piacerebbe pensare in base ai modelli esterni di cui si preoccupa molto, ma perché la vita è questa. Ci sono schemi che sono funzionali per un tempo e poi devono crollare.

 

Bisogna che la prendi una posizione nella vita e che la porti avanti. Ci sarà sempre qualcuno che ti critica e ti giudica, è bene mantenersi attenti all'esterno perché la realtà che viviamo, che dipende da come la guardiamo noi, ci parla sempre di noi.  Il nostro inconscio si manifesta così, proiettato negli eventi ed incontri. Ma la sua interpretazione è difficile farla da soli, siamo poco oggettivi.  Ora, pensare che quel che accade fuori non ci riguarda credo sia un atto di vera superficialità. Siamo tutti coinvolti nel dover imparare qualcosa da questi eventi, ognuno a modo proprio ed ognuno, giustamente, fa quel che può. 

 

Le relazioni devono cambiare e questo periodo ci da la possibilità di vedere oltre noi stessi. Di comprendere il grande disagio di tante persone che hanno paura. Di portar avanti il nostro credo qualunque esso sia. Di poterlo comunicare con gentilezza, non sei qui per convincere nessuno. Ognuno ha dei tempi per aprire gli occhi e nessuno sa come questa umanità che creiamo tutti insieme, ha deciso di evolvere. Quali eventi stiamo creando tutti insieme, nessuno lo sa, nemmeno le stelle. Perché siamo noi OGGI, con le nostre scelte, a creare dei cambiamenti sulla linea quantica del tempo e spazio e della creazione della materia. Quindi la ricerca interiore di ognuno fa la differenza.

 

Questo ve lo ricordo perché oggi serve parlare poco, ma diventare quel cambiamento ed emanarlo in modo quantico che non è una parolaccia né una legge spirituale, ma totalmente fisica. Noi emaniamo ciò che siamo e non ciò che diciamo. Questo crea un cambiamento in tutto ciò che viene a contatto con noi, ma anche nella specie di cui siamo parte attraverso i campi morfici, proprio come fanno gli animali.

 

Le nostre ferite non devono guarire nel senso che gli da la società, ma devono insegnarci la strada verso casa. Noi siamo come Hansel e Gretel, persi nel bosco a cercare le molliche di pane per tornare a casa. E quelle molliche si vedono giorno dopo giorno se sei presente a te, i passi per tornare ti vengono rivelati. 

 

Ora è fondamentale però, comprendere che il punto di equilibrio è il "non giudizio" che non significa non avere opinioni e non prendere posizioni, ma comprendere che ognuno è libero di vivere ciò che sente giusto per sé. Che l'ombra serve la luce e la luce serve l'ombra e insieme creiamo l'UNO. A noi serve vivere questo momento storico perché l'aumento di luce sta permettendo all'ombra di uscire e questa è il nostro letame da trasformare in concime. Dipende da te cosa ci fai. L'ombra non è né buona né cattiva così come gli eventi, ma tutto è funzionale a qualcos'altro. Quello che accade ti fa muovere da dove sei, ti fa lavorare sulla tua centratura, sulle paure, sulle convinzioni, su cosa senti davvero giusto per te, su chi sei, sul tuo cuore, sulle tue ferite e sta a te scegliere come puoi approfittare di questo momento così epocale.

 

Questo novilunio ci fa iniziare un ciclo di sei mesi su un nuovo modo di relazionarci con noi stessi e con gli altri.  Creare un nuovo punto di equilibrio che sia più consono a ognuno di noi. Ci fa rompere le barriere del conosciuto. Ci spinge a entrare nelle nostre credenze e giudizi per guardare tutto con altri occhi, per ricordarci da dove veniamo tutti quanti, belli e brutti, senza distinzione. Andare oltre il giudizio lo fai per te, per trovare la tua pace nel tuo centro interiore. Ogni cosa verrà rivelata perché la nostra natura di luce sta uscendo e per farlo deve attraversare tutta l'ombra che lo impedisce. Non ci sono compromessi in questo. E siamo tutti chiamati a farlo.

 

Abbi fede e compassione per i tuoi simili. Emana l'amore che desideri vedere nel Mondo e resta umile di cuore perché questo ti permette di ritornare a casa più velocemente. Rispetta il percorso di ognuno, così come rispetti il tuo. Sei libero/a di scegliere e il risultato quantico di tutte queste scelte crea gli eventi fuori. 

 

Buon cammino

 

Francesca Ollìn 

 

*copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra 

 

www.semidiluceblu.it

www.aomiaccademia.it

 

@ollin_semidiluceblu (instagram)