L'UMANO COME CANALE DI MANIFESTAZIONE DEL CIELO E DEL MONDO SOTTILE SULLA TERRA- OLLìN

Siamo sempre alla ricerca del fuori e tanto si è detto che abbiamo già tutto dentro che ormai sembra uno slogan della televisione...ma pochi hanno veramente toccato con mano, nell'esperienza, questo avere tutto dentro. In effetti cosa significa?

 

Mia madre è dentro di me? SI

Mio padre è dentro di me? SI

L'amore è dentro di me? SI

Le capacità sono dentro di me? SI

Gli amici sono dentro di me? SI

La bellezza è dentro di me? SI

La pace è dentro di me? SI

Gli angeli son dentro di me? SI

I diavoli son dentro di me? SI

Dio è dentro di me? SI

La guerra è dentro di me? SI

La consapevolezza è dentro di me? NO, è da sviluppare. 

 

Ed ecco che qualcosa manca. 

 

Siamo dei laboratori. Apri la porta di questo corpo, ci entri dentro e trovi tantissimi strumenti di cui non sai cosa farne. E' come entrare in un laboratorio chimico, sapresti cosa usare se ti trovassi davanti tutti gli strumenti necessari? NO, non hai la consapevolezza, né la conoscenza e quindi non puoi usare nulla e se lo fai sicuramente i composti non verrebbero proprio bene...alcuni esploderebbero, altri diventerebbero acidi, forse troppo per mantenerti in vita.

 

Abbiamo tutti gli strumenti per creare dei composti, per creare materia, essenza, profumi, puzze, scarti, macerie, palazzi e molto molto altro. Allora come si fa ad avere la consapevolezza? E' forse l'elemento che manca? 

 

Questo laboratorio vibra nella nota più bassa. Inevitabile. Un corpo energetico perfetto che entra in un corpo fisico perfetto (includo il corpo emotivo e mentale che è incluso nel fisico), devono imparare a conoscersi e unirsi (come in una relazione vedi?!). Il corpo energetico deve imparare a usare la sua astronave prestata per questa esperienza e per farlo, ha bisogno di sviluppare consapevolezza. Questa si acquisisce solamente attraverso l'ESPERIENZA unita alla conoscenza (studio+esperienza). Quando i due corpi si iniziano a fondere veramente, il corpo energetico, con tutta la sua intelligenza che ha per natura, può accedere ai ricordi delle esperienze fatte in precedenza e usarle come consapevolezza. Più questa aumenta, anche in base all'esperienza, alle tappe delle diverse età terrene che vanno rispettate, più potrà accedere a gradi superiori, a vibrazioni più elevate. Queste sono poi la chiave per connettersi a tutto il resto.

 

Il corpo fisico che definisce la razza umana, è il GRAAL, la coppa che va resa sacra. Senza il corpo fisico nessun corpo energetico può creare materia, quindi non può creare su questo piano dimensionale dove ci troviamo. Inutile chiamare angeli e arcangeli se dentro di noi la vibrazione non corrisponde. Se non abbiamo sviluppato l'angelo e l'arcangelo interiore, possiamo solo connetterci a energia che vibrano come noi e spesso, non corrispondono alla chiamata, ma diventano i mistificatori, falsi maestri e false entità.  Le forze del "bene". come spesso le chiamate, non possono agire se non attraverso di noi e allo stesso modo fanno quelle del "male". Ricordandovi che entrambe sono intimamente connesse tra di loro e si alimentano, ovvero se sperimenti il "male" stai facendo un'esperienza che inevitabilmente si dovrà riportare all'equilibrio, portandoti a sperimentare la polarità opposta, ma questo può avvenire in un tempo che va ben oltre una sola vita umana.

 

Perché vi racconto tutto questo? perché è tempo che comprendiamo che in questo Mondo tutto ciò che arriva, viene attraverso di noi. Noi siamo come un tubo conduttore di rame che si sporca inevitabilmente quando siamo piccoli perché così, solo così sulla Terra, al momento, si può sviluppare la consapevolezza. E' il processo che dobbiamo fare tutti. Dura da tanto tanto tempo. Non è questione di una sola vita. Ma attraverso di noi si può manifestare nella materia l'energia e quindi, vibrazioni ad alta o bassa frequenza dette "del bene e del male" che attraverso di noi vengono e agiscono su questo Pianeta. Per questo siamo così importanti e importante è il processo, il terreno che coltiviamo dentro. Il "male" agisce attraverso persone inconsapevoli. Il "bene" attraverso persone consapevoli. Più innalziamo la frequenza interna, più ci connettiamo a energie superiori e loro possono venire qui con noi e aiutare questo passaggio di cambiamento. 

 

I portali, i transiti astrologici, gli extraterrestri, tutte le energie esterne vengono filtrate dentro il nostro corpo fisico, emotivo e mentale e questo fa la differenza nella qualità della manifestazione. Nulla è scontato, dipende da come noi prepariamo e puliamo il nostro canale conduttore (tubo di rame). Per questo è fondamentale, in questo momento come non mai, acquisire consapevolezza. Le nostre storie sono importanti perché sono il materiale grezzo del nostro laboratorio e grazie a loro possiamo trasformare il piombo in oro dentro e fuori di noi.

 

Abbiamo bisogno di diventare consapevoli in questo flusso di crescita che si chiama vita e che può solo aumentare il nostro prestigio se impariamo il saper essere più che apparire. In questo modo, nel momento opportuno, le energie sopraffine potranno venire attraverso di noi e così staremo compiendo ciò che siamo veramente: dei PONTI tra Cielo e Terra.

 

Al momento su questo Pianeta abbiamo ancora bisogno di trasformare tanta oscurità e ci vorrà molto tempo. Il nostro ruolo è fondamentale così come la qualità del nostro interiore. Come sempre siamo noi. Questo pianeta è la nostra casa. E' una bellezza infinita e piena di amore. Facciamo la differenza. Noi possiamo.

 

Al servizio

 

Francesca Ollìn Vannini

 

*copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra 

 

www.semidiluceblu.it

 

www.aomiaccademia.it