23 APRILE 2020 NOVILUNIO IN TORO: IL RADICAMENTO DELLA NUOVA FREQUENZA- OLLìN

Il 23 aprile alle 4.26 entriamo a pieno nella frequenza descritta dall'archetipo del toro che è sotto i riflettori per il transito di Urano di cui ho parlato spesso usando il linguaggio astrologico che ci da spunto per dare un nome a ciò che si sta muovendo dentro di noi. Ricordando, come sempre dico e non finirò mai di ripetere, che non sono le congiunzioni o le lune o i transiti i "colpevoli" del nostro destino, ma il loro passaggio attiva delle memorie che abbiamo già dentro e che hanno un tempo preciso per risvegliarsi. Grazie all'osservazione del fuori possiamo leggerci dentro. Ogni giorno esistono congiunzioni nel cielo e vi invito a sentire e ascoltare profondamente cosa viene da dentro più che entrare nella spiegazione mentale. Spesso sento persone dirmi: "è stata la luna piena nel tal segno... Sono le congiunzioni in atto appena finiscono passerà... è il Sole nel tal segno..." probabilmente quei passaggi risvegliano qualcosa che avete dentro e se non ci mettete le mani non passeranno ma attenderanno qualcos'altro per ritornare. Vi invito a dare nome a ciò che avete dentro senza usare i nomi dei pianeti fuori, (per esempio: mi sento..) in questo modo inizierete ad ascoltare cosa significa per voi, sapendo che per ognuno può essere estremamente diverso.

 

Noi siamo un flusso perennemente connesso con il tutto, con la Madre Terra principalmente e ciò che accade a lei ci indica ciò che accade a noi. Ma io vi invito ad ascoltare dentro cosa risveglia per ognuno in specifico... anche perché il nostro ascolto interno è e sarà sempre di più la nostra salvezza per i tempi che si preannunciano.

 

Quando viene espansa l'energia di terra dove esiste già da due anni un'energia elevatissima di luce e cielo che vuole entrare, quello che accade è che la materia attiva il processo di pulizia e alleggerimento. In termini biologici ciò che accade è che tutte le memorie/tossine che appesantiscono (e sono parte del nostro DNA) vengono spinte fuori per essere espulse, emergendo in diversi modi. Questo perché la nuova frequenza entra nella materia, nei tessuti e nelle cellule e in questi giorni si sta alzando sempre di più, dovuta principalmente a delle influenze esterne al nostro Pianeta (dal Cielo) che ancora nessuno, o almeno nessuno sui canali standard, ne ha determinato la provenienza. I tessuti, il sistema nervoso, gli organi, l'acqua di cui siamo fatti captano (perché sono conduttori di energia) e vengono attraversate dagli innalzamenti energetici e per adeguarsi devono per forza attivare un processo di detossinazione che avviene non solo a livello fisico, ma anche emotivo e mentale, tanto tutto è uno.

 

La luna nuova apre un periodo dove si espanderà questo processo, negli individui, nel collettivo e nella nostra Terra che per scaricare gli eccessi di energia magnetica, elettrica e termica, usa i vulcani, terremoti. Questi sono eventi naturali che per lei sono il modo con cui si scarica e si adatta alle condizioni attuali di perturbazioni energetiche che inevitabilmente assorbe. Questo accade anche a noi per esempio possiamo avere febbri, malattie, scarichi emotivi, cambiamenti improvvisi, rilasci importanti, lutti e quant'altro. E non è nulla di bene e di male, nemmeno di essere o no più avanti, qui si tratta di adattabilità e alleggerimento. Il lavoro fatto fino ad oggi su di sé aiuta l'adattamento perché ha reso più leggera la vostra materia.

 

Questo mese o ciclo lunare (28 giorni) avrà come scopo quello di farci incarnare questa frequenza. Ogni volta che una nuova energia vuole radicarsi si sentono degli scompensi tali per cui è possibile fare un lavoro su di sé importante se si seguono certe pratiche. Ci abitueremo alla nuova frequenza tutti quanti ma ci vuole tempo e molta dedizione. Quello che vuole è liberarci da tantissimi pesi anche quelli più antichi e inconsci che verranno inevitabilmente risvegliati. Siamo destinati a diventare come alberi con radici forti e rami in cielo, tornando ad essere quel ponte che siamo naturalmente, per tornare ad essere umani in tutti i sensi. Per arrivarci, però, è necessario riuscire ad adattarsi al cambiamento in atto e non è per nulla scontato. Stare al passo è una grande occasione per essere davvero libero ma dopo, solo dopo.

 

Alcuni suggerimenti che consiglio vivamente, sono pratiche che ho inserito nelle mie abitudini da molti anni (quindi le consiglio a prescindere) e nei periodi come questi, se aumentate, portano beneficio e sono: 

 

- Stare nel corpo fisico. Abbiamo un favoloso strumento per radicarci e farci attraversare senza spostarci troppo grazie al nostro corpo fisico. Pratiche fisiche, yoga, camminate, movimento in generale sono assolutamente consigliate regolarmente. 

 

- Detossinazione del corpo fisico: mangiare adeguatamente, non appesantire troppo altrimenti il processo può essere rallentato e inibito, aiutarsi con integratori naturali, e ciò che aiuti ad integrare i nutrienti di cui siamo carenti nel cibo quotidiano, inevitabilmente. Consiglio anche la pratica del Shank Prakshalana per pulire l'intestino in modo non invasivo. (trovate tutto su internet)

 

- Praticare meditazione di PRESENZA. Importantissimo ogni giorno coltivare la presenza a se stessi, pratiche di benevolenza e pazienza, accettazione. Sono qualità che si coltivano non sono scontate e non saremo mai totalmente presenti a noi stessi se non lo pratichiamo e coltiviamo nella nostra vita di tutti i giorni e in modo costante. Ricordando che perdere il centro è parte dell'equilibrio perché ci mostra ciò che abbiamo bisogno di integrare. Questa è la vita umana e al momento funziona così.

 

- Riposo e ascolto profondo di ciò che emerge e dei bisogni che fluiscono in noi. Selezionare le attività, letture, frequentazioni che facciamo entrare. Volersi bene come non avete mai fatto anche se questo implica dire dei NO ad alcune persone, anche a quelle più vicine.

 

- Aumentare la consapevolezza di sé e il lavoro su di sé quando emergono situazioni ed emozioni importanti. Ora è un tempo benedetto per liberarsi davvero per sempre di tanti pesi.

 

Questa energia si radicherà a qualunque costo ed è come entrare in un'altro piano di coscienza. I movimenti terrestri si potrebbero intensificare. Abbiamo bisogno di presenza. Se stiamo nel corpo andrà tutto bene. Non avrete mai amato così tanto il vostro corpo come dopo questo periodo, ve lo assicuro! Abbiamo gli strumenti per sostenere il cambio...

 

Il nostro sentire sarà sempre di più chiamato a guidarci in un Mondo dove regna il caos di informazioni, pensieri, teorie, complotti, deduzioni, crisi personali e collettive e molto altro. Abbiamo bisogno di imparare a fidarci di ciò che sentiamo vero....e solamente dentro di noi e nel silenzio può avvenire questa connessione. Ci saranno momenti in cui non potrete contare su nessuno...o magari sarete/saremo chiamati a sostenere altri. Magari avrete creduto a delle teorie che non ti portano da nessuna parte, forse avevi bisogno di una spiegazione immediata perché stare nel non sapere sembra un crimine. Mi dispiace che accada questo. Spesso mi chiedete cosa ne penso di questa situazione e io rispondo che non penso nulla. Sto a guardare cosa si muove. Passo per passo traggo le mie conclusioni ma ho bisogno di vedere cose oggettive dove anche il mio sentire mi dice ok. Abbiamo bisogno di stare nel non sapere e non nutrire la mente per forza di qualche spiegazione, altrimenti cadremo sicuramente nella falsità ed illusione.

 

Ad ogni modo, in questo periodo, molte persone potrebbero non solo accusare sintomi fisici ed emotivi di ogni tipo, ma anche l'attivazione di percezioni straordinarie che in realtà sono naturali negli esseri umani ma per la densità che vivevamo molti non potevano accedervi. L'attivazione della percezione di ogni dimensione è finalmente disponibile per sempre più persone. Stiamo entrando in una nuova fase di coscienza espansa.

 

Abbiamo bisogno di stare lasciando il controllo e fidandoci di ciò che si rivela momento per momento. Allora, entriamo nello straordinario Mondo dell'unione tra Cielo e Terra che ci guida con delle sincronicità essenziali visibili chiaramente. Allora vivremo in collaborazione con la Natura di cui siamo parte. La luna in Toro, assolutamente esaltata in questo segno, ci aiuta a radicare la Madre Terra in noi e a fluire con essa, ovviamente se collaboriamo.

 

Con amore,

 

Ollìn

 

*copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra