NON CI SONO PIU' PAROLE DA DIRE: L'ACCETTAZIONE E' NEL SILENZIO - OLLìN

Ho parlato tanto del vuoto e faccio anche fatica a formulare ancora delle parole sensate perché quando sperimenti quel vuoto sei nel silenzio totale e non c'è più nulla da dire. Abbiamo già detto tutto quest'anno, cos'altro vuoi sapere? Credi davvero che ci possano essere delle indicazioni e previsioni che saranno fedeli all'andamento di quello che vivremo? Ti assicuro che qualunque programma ti farai accadrà sicuramente in modo diverso e forse non accadrà mai perché adesso siamo chiamati nel qui e ora a fluire con ciò che ci si propone momento per momento. Le grandi trasformazioni sono così....non puoi prevedere ciò che accadrà e quale forma prenderai.

 

Inutile che fai progetti a lungo termine...sai cosa mi sta capitando a me? quello che volevo raggiungere, che mi prefissavo nel futuro...quell'immagine che ho sempre visto nitidamente fin da piccola.. ora è sfuocata. Non ci sono più i bordi che la definiscono, è come se fosse dietro un velo e lontana, lontanissima. Questo mi indica che nulla può essere pianificato e chissà se dopo questi tempi che vivremo sarà ancora la stessa immagine o totalmente diversa. 

 

Sappi che la via viene marcata in modo molto evidente giorno per giorno, passo per passo, questa è la nostra unica sicurezza. Non ti puoi più sbagliare. Non puoi più non ascoltare la tua Anima che ti indica la via collaborando con la vita. In realtà lei te l'ha sempre indicata ma tu non ascoltavi, non ti fidavi delle tue sensazioni e hai dovuto sperimentare la perdita, l'illusione, la separazione perché le tue ferite ancora avevano bisogno di essere viste e vissute. Oggi hai la possibilità di riunirti a te. Seguire ciò che è il tuo sentire davanti alle proposte della vita e fidarti del tuo percorso. Se ancora, invece, metti le tue decisioni in mano ad altri, cerchi definizioni di te e del tuo cammino fidandoti ciecamente di altri, andrai lontano ....ma lontano da te. Ricordati che tutti noi abbiamo un filtro e nessuno saprà mai come te cosa sia la tua retta via. Potrai trovare conferme o magari suggerimenti di riflessione ma ricordati l'unica vera verità ce l'hai tu, fidati di te.

 

Nel silenzio accade tutto questo affidarsi. Nel silenzio accade il vuoto del cuore. Saprai che è lui che parla perché il vuoto del cuore non è un vuoto terrorizzante, ma un vuoto pieno. Pieno di te. E allora comprenderai che se sei davvero arrivata in quello spazio sacro che possiedi da sempre, potrai accettare ogni cosa, tutto ciò che c'è e non avrai bisogno di spiegare nulla. In quel vuoto ti puoi abbandonare e lasciarti guidare. 

 

L'anno che viene chiede di riconnetterci a questo spazio che esiste in ognuno di noi. Se già ci sei, contagia chi non c'è perché ne avremo tanto bisogno. Quello spazio è il ritorno a casa sulla terra. Quello spazio è il divino che abita in noi e ci guida, ci protegge, ci indica la nostra via, le nostre esperienze da fare. Se non ascoltiamo la nostra guida profonda e ancora cerchiamo fuori o non lasciamo andare il passato e restiamo nella zona di confort possiamo avere esperienze molto crude, ma tutto va bene perché tutto ti vuole comunque portare lì dentro di te, per svuotare il bidone pieno di memorie limitanti e dolorose e lasciare spazio alla creazione del nuovo su basi amorevoli e non più distruttive. Ma sai che per arrivarci...bisogna distruggere ciò che non è più.

 

ACCETTA ciò che viene...lascia andare ciò che non è più...sono tutte esperienze null'altro che esperienze che hai scelto di vivere e che ti mostrano la via per risplendere e portare nel Mondo ciò che è il tuo grande dono. Senza quelle esperienze non avresti potuto e non puoi veramente contribuire alla creazione che ti appartiene.

 

Il resto lascialo alla vita che si prende cura di noi anche durante gli eventi più tragici. Se ti accade è sicuramente la cosa migliore per te e da questa esperienza puoi trarne insegnamento. Sappi che lei è così magnanima che ti da sempre una seconda, terza, quarta e più opzioni..... sempre ti ripete la lezione... dipende solo da te come ti lasci trasformare e lavorare dalla vita come se fossi argilla.

 

Sempre nel silenzio mi troverai. Quando senti la voce del tuo cuore sei connessa a tutto e tutto vive dentro di te.

 

OLLìN