EQUINOZIO DI PRIMAVERA 2019. OLTRE IL VELO: L'INCONTRO ALCHEMICO CON LE TUE PARTI - OLLIN

L'equinozio è sempre un momento molto gradito da tutti che quest'anno avverrà il 20 di marzo seguito da una bellissima Super Moon di Luna Piena in Bilancia. E' primavera e le cellule riattivano il loro metabolismo rispetto al torpore invernale, si risvegliano e hanno voglia di respirare, condividere, stiracchiarsi e tornare a vivere connesse con la luce del Sole. Siamo ormai alle porte di un giorno speciale che crea un ponte di connessione interiore molto potente che ci parla di guarigione, ci parla di una grande opportunità di armonizzarci e creare quel nuovo equilibrio a cui tutti siamo portati. Per raggiungerlo ci vuole sicuramente altro tempo, ma un primo assaggio di chiarezza arriverà proprio in questi giorni.

 

C'è qualcosa di ancora più importante nell'aria: l'incontro alchemico di cui tanto parliamo sia nell'ultimo libro di LILITH, l'integrazione dell'ombra che ho scritto con il mio compagno Akash, sia nel Manuale della Strega dove il matrimonio alchemico veniva proposto per la prima volta. I tempi sono maturi per andare verso l'integrazione di parti che sono complementari e non opposte e che hanno bisogno l'una dell'altra per esistere in pace e armonia. Questo linguaggio, i complementari, è quello che ci porta a non sentire più le tensioni, ma iniziare il viaggio di riunione superando migliaia di anni di lotte di separazione.

 

Quando i nostri archetipi interiori vengono spinti a incontrarsi dai Pianeti che ci descrivono nel Cielo, come sopra così sotto, allora abbiamo l'opportunità di vederci oltre il velo, oltre la mente, oltre il passato, oltre le ferite. Solo in quel momento può avvenire un cambiamento che nasce da dentro e non da fuori: la scoperta che nulla è da cambiare ma tutto da scoprire, che le nostre potenzialità sono sempre state immerse nella nebbia interiore, nelle crepe che la vita ci ha inflitto per delle scelte che non ricordiamo di aver fatto, ma che ci appartengono. Non ricordiamo che quando abbiamo scelto di incarnarci nuovamente e vivere certe esperienze, lo Spirito era lì con noi e ci ha promesso eterno aiuto, perché noi siamo parte di lui. In nessun momento ci ha abbandonato e non lo farà, siamo noi che lo facciamo credendo di essere soli e separati quando non è così, la bella notizia è che non lo siamo mai stati.

 

Il primo passo è riconoscerti, accettare le parti di cui sei fatto, la tua luce che deriva dalla tua ombra, il tuo maschile e femminile, i complementi che ti formano, le tue identità, la Madre e il Padre, il figlio e la figlia, sei tutti e nessuno di questi. Quando praticherai il loro riconoscimento ogni istante della tua vita scoprirai che sei così assolutamente perfetto da non crederci, infatti ancora non lo fai. Vuoi raggiungere una perfezione che va contro la tua natura e non comprendi che è altro, che sei tu, che sei immenso e unico come nessun altro e per questo meritevole dell'amore divino che porti in grembo. Questo è ciò che ti viene chiesto aldilà di ogni esperienza. Riconoscerti e smussare quegli angoli ispidi che hai eretto verso te stesso. Quanto ancora pensi di giudicarti? abbandonarti? tradirti? quando ancora scegli di camminare lontano dalle tue parti e cercare fuori qualcosa che ti verrà negato costantemente per farti sviluppare ciò che chiedi dentro di te?

 

Quanto ancora pensi di esserti perso e invece sei sempre stato connesso all'amore che mai ti lascerà? Quante bugie hai creduto vere e ti hanno dato un alibi per continuare la fuga? Accorgiti...e guarda quelle parti che hanno bisogno di amore, di ascolto, di comprensione...e non da tua madre, padre, marito, moglie, amici, ma da TE solo e unicamente da TE. Quando ti riscoprirai androgino allora capirai che puoi davvero camminare di fianco a qualcuno che starà, che non se ne andrà, che non ti abbandonerà. Solo se imparerai a stare nel vuoto interiore che si crea dal dolore e che fa germogliare l'immensa gioia di cui sei creatore attraverso l'amore. Questo è l'unico vero laboratorio alchemico dove sei mago e maga, sovrano e sovrana della tua vita.

 

Nel vuoto avviene l'alchimia. nel vuoto hai l'esperienza che sei essenza oltre ogni identità. Nel vuoto muori e rinasci le volte che vuoi. Nel vuoto il bruco diventa farfalla e poi torna bruco per ritornare alla terra e riscoprire il cielo le volte che sia necessario. L'unica vera guarigione è quando quel vuoto ritorna a sentire l'amore del cuore, l'unico suono possibile è il suo battito. Allora, nel vuoto torni a sentire lo spirito e ti arrendi. E ti abbandoni alla sola vera energia che si prende sempre e comunque cura di te. Che non ti lascerà né ti giudicherà mai.... e smetterai di credere nei migliaia di anni di storia che hanno deformato quella verità che porti dentro.

 

Lo Spirito ti guida da sempre e tu, spesso senza saperlo, rispondi alle sue leggi e al suo ordine. Ogni esperienza vissuta, ogni persona incontrata, ogni identità che abita in te è parte di un disegno così perfetto che stenti a crederlo, ma se inizi a percorrerlo con gli occhi del cuore potrai conoscere le tue profondità e comprendere la tua perfezione. Ogni istante è stato guidato dall'amore in modo che tu potessi risvegliarti e sviluppare quei talenti che poi porterai con te per sempre. L'anima non dimentica ciò che ha imparato con gli occhi del cuore, l'anima è e porta con sé i suoi doni che le sono costati esperienze, cadute, dolori e traumi. Tutto è fortemente ricompensato. Ciò che hai vissuto crea in te la capacità di portar nel Mondo proprio ciò che senti che ti è mancato. Ecco il tuo contributo all'umanità, attraverso la condivisione. Allora, dovrai solo Essere e non fare nulla...lasciarti guidare e come un viaggiatore felice, semplicemente goderti il viaggio.

 

Oggi più che mai i tempi sono maturi per ritornare ad attivare il tuo Androgino interiore. Quelle parti che senti mancare avevano bisogno di essere rieducate, di fiorire con nuovi colori, profumi e valori per ritornare a te. Questo è il passaggio che credevi di aver perso e invece, hai tutto di guadagnato. Sei completo nel presente, non ti manca nulla. Hai solo bisogno di sciogliere il velo....e usare quello del cuore che accoglie, ama e abbraccia ogni cosa. Allora, potrai vedere oltre e riconoscerti come mai lo avevi fatto prima. Allora, vedrai quanti doni hai ricevuto se esci dalla vittima e diventi attivo attore della tua vita. Andrai oltre quel velo che ti ha impedito di vedere. E sarai in tutta la tua essenza immenso!

 

Buon cammino..... da adesso le sorprese sono infinite se lasci che accadano.

 

OLLIN