16-04-2018 LUNA NUOVA IN ARIETE: IL CAMBIO DI PELLE - OLLIN

Ultimamente non ci sono eventi energetici che si possano definire "leggeri" e come dicevamo all'inizio del 2018 chiamandolo l'anno del Maestro, gli eventi sarebbero stati molto forti chiedendo una destrutturazione definitiva di parti dell'individuo che sono diventate obsolete per i tempi che corrono e le energie che si espandono e ci influenzano.

 

Questa luna nuova non sarà da meno, contando che ci saranno delle congiunzioni planetarie molto forti che si mettono in aspetto di tensione, richiedendo un cambio definitivo in alcuni aspetti del nostro Essere. Io lo chiamo un vero e proprio cambio di pelle, uno dei tanti che ci saranno quest'anno e che, in qualche modo, segna l'inizio di un ciclo trasformativo più potente.... che passerà per la luna piena in scorpione di fine mese, per poi andare al vero nuovo inizio (inizio di un periodo molto particolare) che sarà il 15 maggio, con luna nuova in toro ed entrata di Urano nel segno che darà il via a una vera e propria rivoluzione per tutti, a un livello molto denso, che si farà sentire anche dai meno credenti alle energie sottili.

 

Allora, questa luna ci permette di iniziare qualcosa di nuovo, lasciando andare il primo strato di pelle, comprendendo che il nostro Ego, chi pensiamo di essere e tutte le identità che abbiamo assunto e che ci fanno sentire qualcuno, per i bisogni che ha e ha accumulato nel tempo, ci fa andare fuori strada. Ricordiamoci che questo è l'anno del ritorno all'essenziale, quindi ciò che non serve o è di troppo per il riallineamento con la nostra missione di vita, con il nostro progetto animico, è destinato a finire. Non durerà ciò che è falso, ciò che è costruito su fondamenta non autentiche, non dureranno le menzogne, i nascondigli, i giochi di potere, non dureranno i bisogni del bambino ferito perchè si richiede di farsene carico se siamo adulti, non dureranno le fughe dalle responsabilità, dal diventare adulti, dal vedere ciò che è, dal passare momenti duri per aumentare la consapevolezza, insomma... abbiate fede che ogni passaggio è sicuramente necessario e rivela, piano piano, un disegno più grande di cui siamo parte e a cui ci viene richiesto di affidarci.

 

Allora, chi deve restare vicino resterà e chi si deve allontanare se ne andrà. Abbiamo la possibilità di lasciare nel passato ciò che è stato e imparare dalle esperienze ad essere più autentici difendendo anche le nostre debolezze e fragilità. Togliendo lo strato più esterno di noi, la pelle che ci fa sentire qualcuno, rimane l'indifeso. Spesso dico che sono proprio le fragilità a renderci meravigliosi, quelle non se ne vanno con il lavoro di consapevolezza, ma impariamo a conviverci e a prendercene cura quando sorgono. L'Ego che vuole sempre essere qualcuno per qualcosa ed essere importante socialmente, privatamente, per la famiglia, insomma, ha bisogno di crollare e mostrare cosa c'è dietro, dietro al bisogno di essere qualcosa che non siamo e che ci porta lontano da noi.

 

Sono passaggi necessari, la morte e la rinascita richiedono un lasciar andare profondo, è il primo cambio di pelle dello strato superficiale dell'Essere, cosa sono pronta a lasciar indietro di me? Mi accorgo che non sono più quella di prima, ma non so cosa sto diventando... allora riesco ad affidarmi? o voglio ancora controllare per paura? riesco a lasciar andare la paura che mi fa arrabbiare, disperare, esser triste e non avere ciò che mi fa felice e la pienezza nella mia vita?

 

Ho pensato a un rituale che ho sognato una notte e che ho fatto su di me...ho pensato di condividerlo proprio per questo evento, si chiama "Cambio di Pelle: la pelle del serpente sacro".  Tra domenica e lunedì potete farlo su di voi e aiutare il vostro corpo di luce a uscire, affidandovi che saprà cosa fare meglio della vostra mente razionale. La luna nuova sarà alle 03.57 del 16-04-2018.

 

Occorrente

 

- Argilla verde o rossa

- Sale grosso o zucchero

- olio essenziale a piacere

- olio di oliva 

- succo di limone

- guanto esfoliante

- una candela nera

- foglio di carta e penna

 

Osserva quali sono gli aspetti di te che sei pronta a lasciar andare, che hai visto che sono ormai obsoleti, non funzionano più e portano solo sofferenza. Se sei onesta con te stessa troverai diversi aspetti che ti hanno accompagnata per molto tempo, che hai acquisito senza accorgertene, da diverse fonti. Forse dai tuoi genitori, forse da chi meno sopportavi in famiglia, forse dalla società, ma per qualche ragione sconosciuta alla mente, li hai fatti tuoi e creano situazioni nella tua vita che non possono più sussistere. Questi aspetti li scriverai nel foglio di carta.

 

Consiglio di fare questo rituale direttamente in bagno. Accendere la candela nera su un piattino. Preparare, in una coppetta, l'argilla necessaria per tutto il corpo con un pò di acqua fino a formare una crema molto densa e delle gocce di mezzo limone spremuto che mescolerete nella crema. In un altra coppetta preparare il sale grosso con qualche goccia di olio essenziale e due cucchiai di olio, da mescolare fino a formare un composto omogeneo. In alternativa al sale si può usare lo zucchero con il miele o il bicarbonato. Si vuole preparare uno scrub (con il sale o zucchero o bicarbonato) per il corpo e poi l'argilla che pulirà in profondità la pelle, assorbendo ciò che non è più necessario.

 

Prima dell'applicazione si legge la lista di cose scritte da lasciar andare e per ognuna si ringrazia profondamente l'averci accompagnate per tutto questo tempo. Senti gratitudine e compassione per tutti quegli aspetti di te, sono sicuramente stati funzionali a qualcosa e ti hanno sicuramente fatto sviluppare delle risorse, meditaci sopra un pò, mentre senti il fuoco della candela nera bruciare e trasformare, quell'energia investita, in qualcosa di nuovo...una nuova forma.

 

Poi puoi iniziare con lo scrub...e ti riempirai il corpo di sale o zucchero, ciò che preferite e con il guanto di crine sfregate bene.... l'intenzione che devi mettere è di lasciar andare e mentre lo fai ringrazia,  togliti la pelle morta che non ti appartiene più, sfrega per far uscire il tuo copro di luce che si trova sotto le false identità. Poi continua.... fino a passare su tutto il corpo, piedi compresi. Nei piedi ci sono le radici, gli antenati, ringraziali per ciò che hanno vissuto e ti hanno trasmesso. 

 

Quando hai finito, ti sciacqui e puoi passare all'argilla che avrai preparato. A questo punto devi avere il corpo più asciutto e applicare la crema di argilla. Lasciarla seccare e durante l'asciugatura recita l'Hoponopono: Scusa, Perdonami, Grazie, Ti amo.... e al seccarsi ti sciacqui passando il guanto di crine e ricordando quale pelle stai lasciando e quale vuoi che fuoriesca.

 

Uscendo dalla doccia, dopo una bella insaponata sarai come nuova, ringrazia e brucia il foglio, spegni la candela e butta le ceneri nell'acqua o nella Terra.

 

Ti passerai un olio o crema idratante nel corpo e andrai a riposare, cercando di mangiar leggero per favorire la fuoriuscita di eventuali tossine rimaste.

 

Sono certa che il cambio di pelle sarà effettivo per tutti!!

 

Buona Luna!! 

 

Ollin