ECLISSI DEL 31 GENNAIO - LA GUARIGIONE INTERIORE E RITUALE - OLLIN

 

Ho deciso di non scrivere un articolo sull'eclisse e la Luna, ci sono molti autori che lo stanno facendo meravigliosamente bene! Desidero però esprimere il mio sentire di questi giorni.... che ho chiamato la guarigione...ebbene si ciò che sta accadendo o è in potenziale è una guarigione interiore molto profonda di qualcosa di molto antico. Tutti quanti ci siamo ritrovati, in questi mesi, in contatto con memorie molto vecchie che riaffioravano: chi le ha vissute nel corpo, chi nelle emozioni, chi nella mente ma, comunque, gli eventi degli ultimi mesi ci hanno messo davanti alle nostre paure più recondite, con prove ataviche da superare, ataviche perchè hanno toccato le nostre ferite più profonde.

 

Ebbene, questo passaggio è il primo che permette di guarire. Guardiamo quella paura in faccia, accogliamola come una Madre accoglie il bambino tra le sue braccia, e confortiamola. La nostra anima scalpita per potersi liberare e la resistenza non porta altro che ostacoli e mancanza di fluire. Abbiamo un cuore grande che ha voglia di esprimersi e battere,  che può trasformare quel rancore in una forza creatrice superiore. E' ora di liberarlo dalle corazze...nessuno gli farà del male se starai presente con lui in ogni istante, nel qui e ora. Ciò che è stato è da onorare, ciò che c'è oggi è diverso. Tu puoi renderlo diverso e migliore grazie alla tua esperienza. Diventa adulto e maturo solo così sarai libero e autentico, il bambino lo è finchè è tale, ma poi ha bisogno dell'adulto che lo protegga e quello sei tu.

 

Allora avverrà la magia, dentro di te, un'integrazione importante di ciò che sei. Questa integrazione può avvenire solo se le parti si ricongiungono dentro. Il maschile che ognuno possiede e il femminile che cammina al suo fianco. Insieme hanno tutte le capacità e caratteristiche necessarie per smettere di soffrire e iniziare a vedere la vita con consapevolezza, facendo scelte che possono far male, ma sono necessarie per continuare il cammino dell'evoluzione che veniamo a fare e scegliere, finalmente, ciò che ci fa bene. Ogni essere umano è in grado di farlo...senza scuse...quel potere ci appartiene, facciamolo nostro e condividiamolo con l'umanità.

 

Buona eclisse di Luna Piena!!!

 

 

DAL LIBRO "Il Manuale della strega moderna" ristampa in cartaceo con aggiornamenti prossimamente....

 

RITUALE PER UNIRE IL FEMMINILE E MASCHILE SACRO DENTRO DI NOI

 

L'eclisse sarà il 31 gennaio alle 14.27...il rituale può essere fatto a quell'ora o dopo...fino a sera andrà bene. ricordate che l'energia dell'eclissi rimane attiva e forte per 15 giorni dopo l'evento che, inquesto caso, si sovrappone alla prossima eclisse di Sole del 15 febbraio. stay tuned!

 

 

Questo rituale è offerto a ciò che abbiamo dentro, per riunire e guarire le ferite nelle nostre relazioni esterne dobbiamo partire da noi stessi. Le ferite primordiali che portiamo dentro hanno portato a una separazione del maschile e del femminile dentro di noi, come abbiamo descritto in precedenza con il mito di Eva, Lilith e Adamo. Finché queste parti non vengono riunite dentro si continueranno a proiettare fuori, come un’ombra che ci appartiene e che si manifesta nella realtà che viviamo, spesso in modo sottile, altre volte in modo più manifesto.

 

Occorrente:

 

- una candela bianca cilindrica (se la trovate dorata sarebbe meglio)

- incenso in grani con carboncino oppure incenso naturale ma con stecchetti grossi che facciano molto fumo o preparare i rametti di rosmarino

- una coppa di vetro piena di acqua

- una coppa di vetro piena di sale

- un simbolo del maschile

- un simbolo del femminile

- un nastro del colore che vi piace

- un cestino di cose buone da mangiare come se fosse una celebrazione di festa

 

Preparare la zona dove tenere il rituale. I simboli del maschile e del femminile sono soggettivi e personali ma ricordate, la coppa rappresenta l’utero, il palo o bastone il pene. Tutto ciò che assume queste due forme sono perfetti per rappresentare le due polarità.

 

La zona si prepara disponendo la candela che verrà accesa ad inizio rituale, l’incenso acceso e fumante, la coppa di acqua vicino alla candela così come quella di sale e il nastro e il cestino di dolci e leccornie. Ricordatevi che questa è una grande festa, un incontro alchemico, una celebrazione profonda dentro di ognuno. Quando le polarità si riuniscono avviene una magia, si ristabilisce il circuito sacro che da vita a una nuova energia interiore in equilibrio.

 

Scegliete una musica dolce e profonda da meditazione e quando ve la sentite vi sedete comodi e chiudete gli occhi.

 

Andrete a parlare con la vostra parte femminile. Prendete in mano il suo simbolo e portatelo al cuore. Visualizzerete quella donna che vive dentro di voi. Come la vedete? Bambina o adulta? Alta o bassa? Osservate, sentitela, cosa sente? Com’è il suo volto? La vedete o si nasconde?Cosa le impedisce di uscire ed esprimersi?

 

Offri al tuo femminile un posto nella tua vita: “T’invoco e ti onoro femminile sacro, Dea, Madre, Strega che esisti dentro di me, dalla notte dei tempi siamo stati creati insieme ed insieme vivremo per sempre. T’invito ad occupare il tuo spazio dentro di me e a germogliare nella mia vita, t’invito a danzare la danza della Madre e della Strega, unite dentro di me nel mio spazio sacro per sempre, libere di esprimervi, così è e così sia”.

 

Osservare come le parti si espandono, lasciarsi attraversare dalle sensazioni divine di questo momento. Esiste, dentro di noi, una grande magia. Osservare la nostra donna danzare felicemente. Sentiti Grato/a.

 

Pausa

 

Riponete il simbolo del femminile sacro sul sale nella coppa.

 

Pausa

 

Ora farete la stessa cosa con il maschile. Prenderete in mano il simbolo del maschile. Ad occhi chiusi entrerete in contatto con l’energia maschile dentro di voi. Visualizzerete quell’uomo che vi abita e osserverete il suo volto, i suoi occhi, il suo sentire. Come si sente? E’ adulto o bambino? È felice o sofferente? È sicuro o insicuro? Ha paura o ha coraggio?

 

Rimanete in dialogo con il maschile. Accogliete il suo sentire dentro di voi. Amatelo, ricevetelo lasciatelo esprimere e direte queste parole: “Invoco il Dio, il principe, il guerriero, il maschile sacro che c’è dentro di me. T’invito a sederti nel grembo del mio ventre e restare, esprimerti e manifestarti unendoti al mio femminile sacro per essere di nuovo completi nell’amore. Sei una parte importante di me, ti amo e ti accolgo con amore. Riponi le armi, non c’è più bisogno di fare la guerra, non esistono nemici né vittime né carnefici. Esiste l’eterno presente insieme, in unione eterna”.

 

Respira in questo istante magico, lascia che avvenga l’alchimia dentro di te. Il tuo corpo sa come fare e la tua Anima è felice di farlo. Osserverai il tuo Dio prendere il suo posto dentro di te. Rimani in ascolto qualche istante. Sentiti Grato/a.

 

Pausa

 

Riponi il simbolo del maschile sul sale nella coppa con il simbolo del femminile. Adesso è la fase del matrimonio alchemico. Dentro di te sta per avvenire l’unione della tua donna e del tuo uomo, della tua Dea e del tuo Dio.

 

Prendi il nastro in mano e chiudi gli occhi. Offri il nastro al matrimonio alchemico, alla fine del rituale puoi metterlo al polso e tenerlo un tempo finché non si rompe per sigillare il lavoro fatto.

 

Con gli occhi chiusi visualizza la Dea e il Dio che s’incontrano, fai accadere questo magico incontro per guarire le memorie dentro di te e quelle dell’umanità intera. Osserva come si guardano, cosa fanno, cosa sentono. 

 

Dirai queste parole: “Celebro la vostra unione, benedico questo momento invocando la luce, la pace e l’amore universale. Non vi è più rifiuto né abbandono, non vi è più dolore perché tutto è perfetto cos’ è e così sia” e poi dirai: “ Chiedo la guarigione di tutte le memorie cellulari, genetiche, inconsce presenti nel maschile e femminile del Mondo intero, delle Madri e dei Padri, delle Guaritrici e Streghe e dei Guaritori e Stregoni, che possano essere finalmente liberi, cos’ è e cos’ sia”.

 

Goditi questo istante…lascia che le tue parti si uniscano, senti cosa accade, lascia che sia. Sentiti Grato/a.

 

Pausa

 

Aprirai gli occhi e realizzerai qualche respirazione profonda, inspirando con il naso ed espirando con la bocca. Hai integrato le tue polarità. Senti pace e gioia. Stai agendo sull’umanità. Ogni volta che vorrai potrai ripetere questo rituale. Sei luce e amore se perdoni ogni esperienza senza giudizio alcuno. E’ tempo di far pace con noi stessi e accettare che siamo tutto e niente, siamo polarità che per funzionare devono unirsi, è tempo di lasciarle fare l’amore dentro di te. Lascia che accada.

 

Bevi l’acqua e mangia qualcosa, celebra questo momento. Grazie per essere parte di questo cambiamento.