RITUALE DI FINE ANNO - 2017-2018 - OLLIN

Ed eccoci ad un nuovo punto di passaggio obbligato: fine anno. Quest’anno il 31 di dicembre abbiamo un momento in cui il cielo parla e ci racconta che è arrivato il momento perfetto per diventare ancora un pò più adulti, mentre i Maya raccontano che proprio in questo giorno il Vento Bianco da inizio a una nuova onda incantata che ci parla di diventare Sacertodi e Sacerdotesse della nostra vita.

 

Andiamo per gradi.... diventare adulti nelle relazioni, nel metterci a nudo, nel non vergognarci più di ciò che siamo veramente, belli e brutti, di non preoccuparci più se uno resta o se ne va dal nostro lato se siamo autentici allora, il miglior atto d’amore sarà compiuto sempre. Sotto le vesti false e i segreti mantenuti per secoli, esistono Anime grandi e con un potere divino che al sedersi davanti allo specchio si DEVONO (ora non è più un diritto è un dovere) guardare negli occhi e riconoscere. E’ arrivato quel momento in cui crescere significa avere il coraggio di essere migliori, di essere fedeli a noi stessi e al nostro cuore. In ogni momento, ricordatevi che agire dal cuore non può mai essere un errore.... colui che non lo fa, allora, avrà da pagare le conseguenze. Ricordatevi anche che il vero amore esiste a prescindere da che volto mostriamo, arriva all’Anima ed è per sempre.

 

Nel calendario Maya, invece, inizia una nuova onda incantata, un nuovo proposito di 13 giorni del Vento Bianco, con kin (energia del giorno) Vento Bianco kin 222 (non a caso questo numero indica un piano di coscienza Maestro). Il Vento è colui che parla dalla Verità assoluta, che decreta con le parole, che lascia che lo Spirito comunichi attraverso di lui. Questo giorno è anche un portale galattico, entriamo nell’energia moltiplicata per tre che ci permette di DECRETARE ciò che da quel momento in poi, sarà il nostro nuovo presente.

 

Ricordiamoci che la parola è decreto, è legge che l’Universo esegue alla lettera, per questo è così importante osservare come parliamo, che parole usiamo, quanto ci commiseriamo o creiamo il negativo. Nella magia e nei rituali magici, la parola è legge. Detta a voce alta diventa un decreto che persino Dio deve realizzare. E’ un comando, un dovere, un’invocazione assoluta.

 

Il rituale che vi propongo è molto semplice ma molto potente, per questo ricordatevi che ciò che state decretando sarà legge per l’Universo. Ricordatevi anche che il decreto può SOLAMENTE riguardare voi stessi e non implicare terzi...questa sarebbe magia nera e, oggi, si paga cara.

 

OCCORRENTE:

 

1 CANDELA BIANCA CILINDRICA PER OGNI PARTECIPANTE

1 CANDELA ROSSA PER TUTTI

1 CIOTOLA DI ACQUA CON UN CRISTALLO DI QUARZO ROSA DENTRO

INCENSO A PIACERE

 

Da scrivere: “Qui e Adesso io decreto che Io sono, sono la scintilla cristica incarnata, la manifestazione di Dio in questa dimensione, io invoco il potere che mi spetta perchè attraverso di lui io porto amore e compassione nella mia vita e di chi mi sta affianco. Qui e adesso decreto per me che tutto ciò che manifesto da oggi in poi sarà solo ciò che IL PIANO DIVINO ha per me che io ho scelto e voglio e merito. Qui adesso e per sempre ordino che il Cielo e la Terra si uniscano dentro di me. Così è e così sia”

 

Questa formula è generale e ci serve per invocare e incarnare il Piano Divino in ogni azione e comportamento, in ogni decisione e relazione. Dico sempre che il Piano Divino ha una visione più ampia della nostra dentro il corpo e affidarci ci aiuta a lasciare che accada ciò che deve essere per noi e che ciò che non è se ne vada. Da questo momento in poi le energie dense si faranno ancora più forti...andremo nell’oceano emozionale di ognuno con la Luna Piena, apertura di portali galattici forti che ci richiamano alla coerenza e alla verità.

 

La cosa migliore non è indirizzare le nostre forze verso un obiettivo specifico ma lasciare che si manifesti ciò che deve essere davvero per noi, fluire senza forzare, senza manipolare o controllare è l’unica vera formula vincente da adesso in poi e per sempre. Scrivete questa formula tenetela vicina e con le mani al cielo al quale donate queste parole e invocate la sua forza qui nella Terra. Lasciamo che il vento conduca all’azione, alla parola divina tutto il resto. Quando avete finito l invocazione rimanete in silenzio e meditazione il tempo necessario per far vibrare queste parole dentro di voi. Se avete strumenti musicali, tamburo o campane potete usarle per riecheggiare l'armonia cosmica fuori e dentro.

 

Buon fine anno naviganti..... continuiamo a navigare! Amore per tutti e che Luce sia!

 

Ollin