E' ORA DI LASCIARE IL DOLORE E TRASFORMARLO IN RISORSA - OLLIN

Quando torniamo in contatto con le nostre ombre, come questo periodo ci sta facendo sperimentare, sembra di ritornare al passato più antico e di non aver mai fatto un passo avanti. Io dico sempre che quando qualcosa si ripete, in realtà, non è altro che una fortuna perché, in quel momento, abbiamo l'ennesima possibilità di cambiare le cose che non ci fanno stare bene in qualcosa di migliore per noi.

 

Proprio in questi tempi così intensi, dove si sperimenta davvero il dolore delle radici, quello che ci portiamo dietro da un passato che sparisce nell'ignoto, quello che appartiene non solo a noi ma al nostro albero genealogico, ai nostri avi che chiedono finalmente guarigione, all'intera umanità e chissà, forse, anche all'intero Universo, perché siamo sempre tutti connessi da quel meraviglioso filo dorato invisibile a molti, ma che tutti sentono bene.

 

Il viaggio di Giove in Scorpione, appena iniziato, sta espandendo ciò che è stato nascosto e permette al nostro inconscio di manifestarsi con il suo linguaggio, ma molto più chiaro di prima. E' una grande opportunità per cambiare quel dolore che ha caratterizzato intere famiglie e generazioni, quelle emozioni nascoste, trattenute, malate che hanno sofferto prima di noi e che noi ripetiamo. Qualcuno ha detto che è tempo di guarigione, ebbene ne sono profondamente convinta, ma per farlo e smettere di ripetere c'è bisogno di un cambio di punto di vista e di un innalzamento della coscienza. In realtà, non c'è nulla da cambiare, solo da accettare la meraviglia di ciò che è stato vissuto prima e fare una scelta, quella di trovare la via della gioia in questa esistenza.

 

Siamo come antenne che si sintonizzano, purtroppo il dolore è ancora tanto sulla Terra e, quindi, la stazione radio con più facilità di ascolto è sicuramente quella della sofferenza, ma abbiamo molte possibilità di innalzare la frequenza e finalmente, sentire che esistono altre stazioni radio dove la sofferenza non è così ovvia. Abbiamo questa possibilità, poiché alla fine GUARIRE non è altro che rendere alleato il dolore e non volerlo far sparire, ma accettarlo e ringraziarlo tanto, perchè ci ha fatto da scudo, ci ha dato un'identità, ci ha dato la possibilità di essere parte di una famiglia molto grande e, quando non siamo fedeli a ciò che è stato prima, diventiamo dei colpevoli, dei traditori del nostro sistema. Quando tradiamo il sistema (chi è venuto prima di noi può non comprendere che è anche per il suo bene) stiamo liberando noi stessi, ma si liberano anche loro, i nostri avi e le future generazioni. Nessuno dovrà più ripetere il dolore; la gioia diventa l'informazione da tramandare ed ereditare, trasformando il dolore in amore per tutti. Quel sentirsi colpevoli, allora, è fondamentale, è un dovere verso noi stessi e gli altri, stiamo cambiando l'informazione genetica di un intero clan e diamo la possibilità anche agli altri di farlo.

 

Per questo, dico sempre, che è così importante fare il lavoro su di Sè, non dobbiamo essere dei terapeuti di altri se lo siamo attentamente su noi stessi, automaticamente lo siamo per il Mondo intero e, così, stiamo salvando il Mondo. 

 

Smettere di stare nel dolore inizia con una scelta. E' la comodità di qualcosa di conosciuto che ci fa' restare lì, ci dà la possibilità di lamentarci, di poter raccontare qualcosa, di essere importanti e appartenenti al sistema, prima di noi sono stati così male interiormente!! Allora il dolore diventa il nostro miglior amico, diventa colui che ci accompagna sempre, un inseparabile...come potrei lasciarlo!! anzi meglio aumentarlo così avrò più attenzioni, avrò più valore e mi daranno più amore perché ho bisogno!!! Non è tremendo questo!!?? Se siamo onesti con noi stessi, tutti quanti siamo passati per questo meccanismo e, forse, ci siamo ancora in modo meno consapevole, perché pensiamo di aver fatto tanto lavoro su di noi ma improvvisamente, ecco riaffiorare il dolore del passato.

 

Ricordiamoci che il passato non esiste più se non come memoria interiore. Oggi possiamo scegliere cosa vogliamo per noi, smettere di ripetere, smettere di stare nel vittimismo, siamo importanti lo stesso, anzi, lo siamo di più se usciamo da quel luogo oscuro che è stato ma non è più! Oggi che Giove illumina abbiamo la possibilità di scegliere. E' vero che le memorie pesano e vanno liberate, è un sacco pesante che ci portiamo sulla schiena (quanti hanno mal di schiena nel Mondo? pensiamo davvero che sia fisico quel male?) e pesa tantissimo.

 

Il dolore non va cancellato, il dolore va accettato e fatto diventare un nostro alleato, va messo di fianco a noi, al nostro fianco, non dietro e non davanti, ma al nostro fianco. Quel dolore nasconde una grande risorsa. Averlo portato con noi così tanto tempo ci ha fatto identificare con lui, ma siamo separati, è solo stato qualcosa che abbiamo dovuto sperimentare fino a poter ricevere il suo insegnamento. Dietro il dolore esiste una risorsa inestimabile, sono i due lati della medaglia che ci ritroviamo ad avere qua in questa dimensione duale. Ci sono sempre due opzioni che sono unite, vanno a braccetto e noi possiamo scegliere.

 

Siamo a un punto cruciale...possiamo scegliere... cosa scegli? riesci a vedere la risorsa che ti ha sviluppato quel dolore? riesci a vedere le risorse di ciò che hai oggi e non restare in ciò che ancora non hai? riesci a sviluppare e usare quelle risorse, iniziando a riconoscerle e accettarle?

 

Esiste una stazione radio con una frequenza che vibra a un'ottava superiore? Vuoi aspettare ancora prima di sintonizzarti? scegli di perdere la tua vecchia identità per acquisirne una nuova e più autentica? o almeno iniziare davvero a camminare ed avanzare nel cammino dell'ottava superiore?

 

Saturno e Giove saranno alleati in questo....mentre Saturno in Capricorno, dal 20 di dicembre, farà crollare tutte le false strutture, chiederà coerenza, chiederà manifestazione delle nostre risorse, Giove in Scorpione ci fa perdere il controllo preparandoci a ciò che sarà..... l'esplorazione di un nuovo Mondo basato su leggi e regole diverse da quelle che sono servite fino ad oggi. Sarà un cambiamento profondo dentro ognuno di noi... se impareremo a navigare per quei nuovi mari saremo davvero salvi ed entreremo nell'ottava superiore delle corde divine che ci appartengono da sempre...queste sono le vere radici, la vera origine di tutto... non i libri di storia....non i racconti, ma ciò che l'Anima ha custodito per milioni di secoli nel proprio Dna.

 

Buon viaggio Anime!

 

Ollin