LE EMOZIONI UMANE: LE NOSTRE GRANDI MAESTRE

Siamo immersi in un Pianeta meraviglioso che ci da possibilità di una crescita continua in ogni cosa che accade, in ogni persona che incrocia il nostro cammino, ci da la possibilità di evolvere velocemente, ma anche di rimanere bloccati in situazioni che si possono ripetere all'infinito. Tra le varie ragioni per cui questo accade ci sono le emozioni (e-mozione= significa energia in movimento) che ci permettono di fare esperienza attraverso la relazione con noi stessi e con la realtà esteriore, ciò che ci fa sentire e vivere il Mondo.

 

Nessuno, però, insegna all'umanità come gestire le emozioni, quando esistono molti studi su cosa apportano, da dove si originano e cosa significano, addirittura come agiscono sul corpo fisico creando ambienti acidi che producono un terreno fertile per far fiorire malattie di diverso tipo.  Oggi, infatti, ciò che più ci fa ammalare e soffrire sono proprio le emozioni.

 

La Terra è un Pianeta molto particolare, anche se sembra che tutto sia faticoso e difficile, abbiamo un'opportunità unica di poter evolvere velocemente, se lo vediamo con una coscienza superiore, di fare un salto quantico enorme rispetto a quando siamo arrivati qui. Ci sono migliaia di  anime che desiderano avere un'occasione come questa. Abbiamo scelto noi di venire qui, anche se non lo ricordiamo. Le emozioni sono una parte dell'esperienza che veniamo a fare, uno dei nostri corpi che ci permette di sperimentare la scuola sulla Terra.

 

 

Le emozioni umane sono una grande esperienza e sono preziose per il processo. Nessun altro pianeta possiede questo modo di sentire così intenso, così denso, in alcuni casi, ma così elevante in altri. Dipende sempre come vengono usate, ma soprattutto accolte, accettate e comprese con grande compassione.

 

Le emozioni umane sono come un'astronave che può portarti negli inferi più profondi ma anche negli alti cieli del paradiso. Allora come comprenderle? ogni emozione ha un senso nella nostra vita, così come la paura o la rabbia, che si producono nel cervello rettiliano,  sono funzionali ai processi interni che portano a creare reazioni che aiutano la sopravvivenza.  Allora perchè rifiutarli? Perchè non imparare a esserne alleati e usarli per la nostra quotidianità, per conoscerci meglio, per poter sviluppare la compassione verso noi stessi?Perchè non accoglierle? Imparare da loro? Trasformarle in qualcosa di produttivo per la nostra vita?

 

Siamo tutti in balia della nostra evoluzione, imparare a esprimere le emozioni che si producono nell'istinto primordiale rettiliano e farle passare attraverso la consapevolezza e il neocortex, è possibile. Siamo tutti qui per questo, per cercare di non creare muri per paura di sentire o soffrire, ma creare ponti per ricevere e scambiare, per poterci unire e non respingere le parti che non comprendi.

 

Ricordati che le emozioni sono acqua e come acqua devono fluire, reprimerle non aiuta, farsene responsabili si... sono prodotte dal nostro sentire più profondo quando uno stimolo esterno risuona dentro. Sono immortali e come tali possono risvegliare memorie molto antiche o molto recenti, ma comunque sono frutto di esperienze che abbiamo vissuto. Sono una fonte immensa di energia creativa, che può essere usata per fare molte cose utili, come la rabbia che è il grande motore di creatività tra i più forti che possediamo, è il legno che accende il fuoco del cuore, per la medicina cinese, fondamentale per espandere e amare tutto.

 

Non sono belle o brutte, buone o cattive, le emozioni sono un mare di meraviglia, ci portano nelle profondità più oscure ma anche nelle barriere coralline più lucenti e colorate...imparare a navigare è fondamentale, IMPARARE CHE NON SIAMO NESSUNA DI LORO MA FACCIAMO ESPERIENZA ATTRAVERSO DI LORO è la legge che ci renderà liberi.... ognuna di loro ha un flusso, come un'onda....ha un picco di intensità e poi riscende...comprendere che accogliendo quei momenti e imparando a starci degnamente, con compassione, permette di liberarsene, di trovare l'integrazione necessaria per usare quelle esperienze per crescere e conoscersi meglio.

 

Oggi, siamo richiamati ad aprire il cuore verso quell'Anima che sei tu, riconoscere la tua meraviglia e scegliere ciò che ti valorizza e ti fa star bene. Gli attori e il teatro sono pedine, le hai scelte tu, sei tu che usi i filtri per vedere il Mondo esterno riflettendo il tuo Mondo interno....non è colpa del Mondo...sei tu responsabile di come lo vedi e lo senti..le emozioni sono un allarme quando qualcosa va condotto nella via della guarigione che richiede il tempo necessario per completare il processo, senza fretta. Le emozioni sono energia in movimento, e la loro direzione la decidiamo noi.

 

Siamo tutti in cammino...

 

Ollin