DEPURAZIONE DI PRIMAVERA CON LA MONODIETA

Siamo quasi a primavera, il Sole ricomincia a scaldare, i germogli ad affiorare su prati e alberi, si riattiva la circolazione energetica di corpo, mente e spirito. In questi passaggi stagionali, così come nei cambi di ciclo, qualunque essi siano, è bene aiutare il processo di cambiamento con alcuni giorni di depurazione del corpo con l’alimentazione, ciò che aiuta anche mente e spirito a rigenerarsi. Il cambiamento da inverno a primavera è un passaggio importante, vi è un vero e proprio risveglio cellulare, dal freddo, buio inverno che ci richiede di stare dentro, introspezione, raccoglimento, alla bella e allegra primavera che ci fa uscire all’aria aperta, ritornare in contatto con il Sole e la natura che si risveglia. La monodieta è un semplice ed efficace metodo di depurazione di durata variabile, in base alla profondità con cui vogliamo eliminare le tossine. ne esistono diverse, peronalmente quella più efficace in questo momento non ancora estivo, è quella del riso integrale, ma anche quelle della frutta sono molto depurative. Ve le spiego in pochi passi.

 

DURATA: 3-7-10-21 giorni. Sono le diverse modalità con cui si può fare la monodieta. IN tre giornisi depura superficialmente il corpo, eliminando le tossine e recuperando l’energia necessaria per rimettersi in armonia con la terra. Sette o dieci giorni permette di fare una depurazione molto profonda, che permette di eliminare tossine anche più antiche, ci si rimette in forma, mente ed emozioni si calmano e si depurano. Ventun giorni è la dieta che cambia anche abitudini e disturbi di cibo più profondi, oltre a una disintossicazione totale di corpo, mente e spirito, lasciando andare tutto ciò che non serve più, anche molto antico.

 

FRUTTA: si sceglie un frutto di stagione e si mangia SOLO quel frutto, in qualsiasi quantità, non vi sono limiti. Per esempio le mele, si possono mangiare tutte le mele che vogliamo, devono essere biologiche però, altrimenti stiamo inserendo veleni nel corpo e quello che vogliamo è, invece, depurarlo. Non si può bere altro che acqua o tisane, no caffè, no teina, solo te verde in dosi non eccessive. In stagione, fragole, arance, kiwi ecc. sono perfetti pe rla monodieta, sceglierne solo una qualità.

 

RISO ROSSO O INTEGRALE: questo riso è particolarmente depurativo, il riso rosso in Giappone veniva consumato molto e, secondo studi fatti dopo i problemi nucleari di Chernobil, si è visto che i consumatori di riso rosso non avevano assorbito le radiazioni e, quindi tutte le conseguenze non si erano manifestato in quei villaggi. Aiuta a eliminare le tossine in eccesso e pulisce stomaco ed intestino profondamente. 250 gr di riso crudo al giorno. Si cuoce senza sale, solo ocn acqua, bollito. si mantiene in frigo e si consuma al bisogno. Si consiglia di consumare diversi pasti fino ad esaurimento della dose quotidiana. Si DEVE consumare con il GOMMASIO. 250 gr di sesamo con un cucchiaio di sale integrale. Si tosta il sesamo in una padella e si frulla con il sale e si conserva in un contenitore di vetro, preferibilmente. Si aggiunge il gommasio al riso consumato a piacere. Il gommasio permette di aiutare l’intestino nella depurazione, contiene grandi quantità di ferro, vitamine, minerali e aiuta la stitichezza, haun effetto lassativo. Durante a dieta non si può consumare nulla all’infuori del riso, gommasio, acqua o tisane, non caffè nè nessun altro eccitante. Il tè solo verde, eventualmente. La monodieta funziona proprio perchè lasciamo riposare l’apparato digerente con alimenti monotematici, che permettono di fargli fare il minor sforzo possibile. E’ importante, come ben dicevano anche i cinesi, di masticare almeno 80 volte ogni boccone e far diventare il riso o la frutta un liquido. MAGIARE LE BEVANDE E BERE IL CIBO, una grande legge che ci permette di aiutare il nostro corpo ad accellerare il consumo e di farne il miglior uso possibile. Riordiamoci che la digestione inizia dalla bocca (in realtà inizia anche prima), se impariamo a mangiare faremo un gran favore al nostro corpo. Essendo il corpo un tutt’uno con mente ed emozioni, ci permette di elevare il nostro stato di benessere in tutti i sensi, la guarigione che il nostro corpo sa già fare da solo (è stato cresto per autoguarirsi, la natura è perfetta), si potrà manifestare ad ogni livello.

 

Francesca Ollin Vannini